Pedalando s’impara

Si è tenuta sulle frequenze di Radio Onda Rossa (87.9 Mhz in Fm) una serie di trasmissioni intitolate
Pedalando s’impara. CiclOfficine Popolari e ciclismo critico a Roma:

La trasmissione è andata in onda in onda nei mesi di aprile e maggio 2011, ogni giovedì dalle 16 alle 17.
Ecco i titoli e il link alla trasmissione registrata:

Radio onda rossa

giovedì 28 aprile: Storia e filosofia delle CiclOfficine

ascolta la puntata: [audio: http://www.ciclofficinepopolari.it/images/ImmaginiCiclopop/pedalandoSimpara/pedalandosimpara_I_StoriaFilosofiaCiloff.mp3]

Oltre a chiarire cosa è e come funziona una ciclofficina parleremo della storia delle ciclofficine romane e della critical mass di roma, ma soprattutto cercheremo di chiarire alcuni dei temi d’ispirazione delle CiclOfficine popolari, riassumibili nel quotidiano granello di sabbia che gettiamo nel sistema produci-consuma-crepa.


giovedì 5 maggio: Biciclette, città e stili di vita ascolta la puntata: [audio: http://www.ciclofficinepopolari.it/images/ImmaginiCiclopop/pedalandoSimpara/pedalandosimpara_2_Bici-StiliDiVita-Citta.mp3]

L’incipit della trasmissione stavolta sarà dato da Le Corbusier, padre dell’architettura moderna, che nel 1920 dichiarò “La strada è morta”, riferendosi alla funzione sociale della strada. Secondo Le Corbusier la confusione doveva sparire dalla strada e, nella sua visione, la confusione era data da bambini, vecchi, venditori ambulanti e clochard in quanto impedivano la modernità che aveva il suo maggiore attributo nella velocità, e il suo elemento di riconoscimento nella macchina….


giovedì 12 maggio: Ciclofficina Centrale e Ciclofficina Popolare ExLavanderia ascolta la puntata: [audio:http://www.ciclofficinepopolari.it/images/ImmaginiCiclopop/pedalandoSimpara/pedalandosimpara_3_Ciclonauti_ExLavanderia.mp3]

giovedì 19 maggio: I costi sociali dell’automobile ascolta la puntata: [audio:http://www.ciclofficinepopolari.it/images/ImmaginiCiclopop/pedalandoSimpara/pedalandosimpara_4_CostiSocialiAutomobile.mp3]

Lo faremo partendo da questa frase di Didier Tronchet nel suo Piccolo trattato di ciclosofia, edito da Feltrinelli nel 2003 (pp. 10-11):
Con i suoi 10000 morti l’anno nella sola Francia l’automobile è diventata il primo predatore dell’uomo. Ciò nonostante la crescita dell’industria automobilistica è considerata un indicatore di prosperità. Nessun altra specie nella storia della creazione ha mai generato il proprio predatore con tanto entusiasmo. I topi non sono mai andati al Salone del gatto.


giovedì 26 maggio: Critical Mass, Critical Mass, Ciemmona! ascolta la puntata: [audio:http://www.ciclofficinepopolari.it/images/ImmaginiCiclopop/pedalandoSimpara/Pedalandosimpara_5_CriticalMass.mp3]

Ospiti da Vienna, Madrid, Barcellona, Parigi, con i pedali caldissimi ci raccontano le loro esperienze di ciclofficine e ciclismo critico. Ciemmona versus Critical mass.


giovedì 9 giugno: Dopo la Ciemmona: una chiaccherata sul ciclismo critico e sulleCiclOfficine Popolari ascolta la puntata: [audio:http://www.ciclofficinepopolari.it/images/ImmaginiCiclopop/pedalandoSimpara/Pedalandosimpara_6_CriticalMass.mp3]

Come è andata la Ciemmona, e altro sulla Critical Mass. Ancora Ciemmona versus Critical mass


giovedì 16 giugno: Ladie’s NIght, cosa, come e perché
ascolta la puntata: [audio:http://www.ciclofficinepopolari.it/images/ImmaginiCiclopop/pedalandoSimpara/pedalandosimpara_7_LadiesNight.mp3]

La bicicletta è femmina, la ciclofficina pure, per non parlare della meccanica. Ci sarà un motivo?

biciAnarchia